Menù



Il Governo da’ un taglio agli incentivi per il solare

Nonostante le opinioni contrarie, il Governo italiano taglierà gli incentivi sulle energie solari: la diminuzione sarà del 20% da fine 2010 e di un ulteriore 6% dal 2012. Gli operatori del settore stanno contestando questa previsione che potrebbe secondo loro causare un calo della domanda, ma il decreto, che per il momento è solo una bozza, sarà discusso entro una settimana. Il Governo ha comunque ribadito la volontà di moltiplicare la capacità solare del nostro Paese, e raggiungere nel 2020 gli 8mila megawatt nominali: il progresso tecnologico rende i pannelli solari sempre più efficienti abbattendo i costi di installazione, acquisto e manutenzione. I tagli agli incentivi vogliono dunque essere proporzionali a questo aspetto, senza procurare danno agli utenti e ai consumatori.

Chi utilizzerà pannelli solari integrati tra 1 e 5 megawatt di potenza, riceverà per un periodo ventennale, 0.44 euro ogni kilowatt prodotto, pur essendo fissato un limite massimo. Gli incentivi vanno domandati entro 90 giorni dal primo funzionamento dell’impianto solare: questi incentivi sulla produzione di energia sono cumulabili con le agevolazioni previste dalla Finanziaria 2007.

Comments Off

Commenti chiusi.